Prof condannato: Dire “ti boccio” è reato

24 09 2008

Io avrei fatto condannare 15 dei miei 10 professori se veramente fosse stato cosi anche quando andavo a scuola io!!!!

MINACCIARE BOCCIATURE E’ REATO, CONDANNATO PROF

ROMA – Commette il reato di minaccia aggravata il professore che intimidisce i suoi studenti promettendogli la bocciatura. Lo sottolinea la Cassazione rilevando che per i ragazzi “la ingiusta prospettazione di una bocciatura rappresenta una delle peggiori evenienze” e un simile atteggiamento del docente è “idoneo ad ingenerare forti timori, incidendo sulla libertà morale” degli allievi. Per questo motivo la Suprema Corte ha confermato la condanna per Marcello T., (50 anni) insegnante del liceo scientifico ‘Paolo Lioy’ di Vicenza. Senza successo il docente – condannato anche per abuso d’ufficio in quanto dava a pagamento ripetizioni private agli studenti e li costringeva anche a fargli dei regali – ha sostenuto, dinanzi ai giudici di Piazza Cavour che il reato di minaccia non era configurabile “in quanto il tale minacciato (l’ingiusta bocciatura) non dipendeva solo dalla sua volontà, ma dall’intero collegio dei docenti”.

Ma gli ermellini – con la sentenza 36700 – hanno bocciato questa tesi e hanno confermato il verdetto di colpevolezza emesso dalla Corte di Appello di Venezia il 23 ottobre 2007. In particolare, il ‘prof’ aveva detto a Silvia C. che “non aveva più alcuna possibilità di essere promossa”, per ‘vendicarsi’ di un intervento fatto nell’Assemblea dei genitori dalla mamma della ragazza che proponeva di rimuovere il docente, per la sua scorrettezza, nel triennio successivo.

Il professore insegna tutt’oggi a Vicenza, non piu’ al liceo scientifico ‘Paolo Lioy’ ma in un istituto magistrale. Tra i motivi del ricorso in Cassazione – presentato dai legali dell’insegnante – anche la presunta inutilizzabilita’, nel processo, della relazione di un ispettore del Ministero dell’istruzione che era stato inviato al liceo ‘Lioy’. La verifica era scattata dopo il suicidio di una allieva. Il professore era risultato estraneo a questa tragica vicenda, ma l’ispezione mise in luce comportamenti piu’ che sospetti del docente che sfociarono nell’inchiesta penale.


Azioni

Information

One response

24 09 2008
Amish

Per queste leggi del cazzo in italia i ragazzi sono sempre più ignoranti!!
è il docente quello che insegna e l’alunno quello che deve imparare. ci manca solo che diamo il potere ai ragazzini di decidere come dove quando e cosa studiare…vediamo dove andremo a finire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: