Ecco la classifica delle sviste arbitrali

26 01 2009

Ecco la classifica delle sviste arbitrali
Nonostante le accuse di Mourinho, la Juve è meno favorita dell’Inter. Più “regali” a Lecce e Bologna che alle “grandi”. Toro tartassato, Napoli la squadra più aiutata. Milan, la big più penalizzata.
TORINO, 26 gennaio – Chi aspettava le ulti­me partite della 20 ª gior­nata per prendere la pal­la al balzo e allungare l’elenco delle sviste a fa­vore delle grandi rimarrà sorpreso. Per carità, gli errori di sabato sera del­l’arbitro Saccani – rigore negato a Jovetic e gol non convalidato a Gilar­dino – restano, ma non è che per i colleghi del fi­schietto di Mantova ieri sia stata una giornata più semplice. Sui campi di serie A si è sbagliato tanto, in modo diverso e in varie direzioni. Rigori dubbi, fuorigioco inesi­stenti. Nulla di nuovo. Un po’ quello che succe­de – con giorni più o me­no positivi – dal 31 ago­sto, in tutti i campi. A confermarlo sono i nume­ri che dicono che il Lec­ce, tra favori e sfavori, è quello col saldo più posi­tivo. Strano, no? Mica tanto, basta andare a ri­vedere tutte le sviste giornata per giornata. Caso per caso.

STUPORE – Le sorprese non mancano. Alla faccia degli aiuti alle grandi… Nelle prime venti giorna­te del campionato la squadra che ha avuto più errori arbitrali a favore ( abbiamo preso in consi­derazione solo rigori e gol in fuorigioco eviden­ziati dalle nostre movio­le) non è la Juventus e nemmeno il Milan o l’In­ter. Guida il Napoli di Edy Reja ( a quota 8), se­guito da un gruppo di squadre di bassa, media e alta classifica ( Catania, Chievo, Bologna, Udine­se, Genoa). Assurdo? Chiedetelo alla Sampdo­ria – ad esempio – che al San Paolo, all’undicesima giornata, si è vista annullare un gol valido di Cassano. O al Lecce ( per altro i ragazzi di Be­retta sono quelli col quo­ziente errori a favore e errori a discapito miglio­re): contro i salentini la vittoria di Lavezzi e compagni è stata netta ( 3- 0), ma gli abbagli dei ragazzi di Collina non sono mancati. Da tutte e due le parti. Valeri ha sorvolato prima su un mani in area di Esposito ( Lecce), poi non ha puni­to un entrata scomposta di Rinaudo ( Napoli) su Giacomazzi. Spostandosi di campo e di club, il ri­sultato non cambia. La Lazio, nel match casalin­go contro il Genoa ( 13 ª giornata) ha gioito per il clamoroso gol non conva­lidato Milito ( regolarissi­mo!), salvo poi doversi mangiare le mani in al­tre occasioni. La più re­cente a Reggio Calabria ( 18 ª giornata), quando un’uscita pulita pulita sulla palla di Carrizo è stata punita da Bergonzi con la massima punizio­ne. E la sudditanza? Questo per dire che le sviste sono state equa­mente divise. Non a caso il Napoli è una delle for­mazioni con più errori a sfavore ( ben 7), stesso di­scorso per il Genoa.

JUVE VS INTER – E se do­po sabato sera qualcuno è tornato a parlare di un vento pro Juventus, le statistiche parlano diver­samente. Finora qualche svista ( fuorigioco di Mar­chionni a Bergamo, gol annullato a Milito contro il Genoa) c’è stata, ma anche in questa speciale classifica è l’Inter a guardare i bianconeri dall’alto verso il basso. Solo guardando al cam­pionato ( tralasciamo le sfide di Coppa Italia con Genoa e Roma) sono an­cora freschi i ricordi dei tre punti strappati a Sie­na con una rete in netto fuorigioco di Maicon a pochi minuti dal termi­ne, o il 3- 2 al limite ( cari­ca su Frey?) di Ibrahi­movic contro il Chievo; o il 3- 0 irregolare contro la Lazio. Punti pesanti.

PIANGE IL TORO – Se la Fiorentina non perde oc­casione per arrabbiarsi, avrebbe più di un motivo per farlo anche il Torino. Il presidente Cairo, qualche tempo fa, ci ha pure provato ( « Ricevo un sacco di messaggi dai tifosi che mi danno del c….. perché non pro­testo » ) , ma la situazione non sembra essere cam­biata molto. In solo due occasioni i granata han­no potuto “ringraziare” per una topica nei con­fronti di una loro avver­saria. Ben sei, invece, so­no stati gli episodi che hanno tolto punti ingiu­stamente. Il più eclatan­te, ovvio, rimane quello di Marassi contro la Sampdoria ( gol annulla­to per un motivo ancora da spiegare) o la rete non convalidata a Amoruso contro il Palermo, o il ri­gore non concesso contro la Roma ( Juan su Diana, che non è in offside). Ok, gli errori ci sono e ci sa­ranno. Ma andiamo piano a trarre conclusioni af­frettate.

Filippo Cornacchia


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: